Memoria come formazione o informazione?

Pubblicato il Lascia un commento

Imparare a memoria è un dictat scolastico frequente, anche perché si va a scuola proprio per costruire un prodotto culturale di cui deve rimanere traccia. E’ importante però non ridurre questa questione a un’idolatria dell’informazione, quantificabile in un numero di byte; invece della coltivazione di un processo in-formazione, che modifica i processi cognitivi finanche l’hardware […]

La natura dell’intuizione: accogliere, dividere, eliminare e conservare.

Pubblicato il Lascia un commento

Il processo di apprendimento, al di là di una serie di istruzioni necessarie per orientarsi nei rudimenti di un linguaggio, si compie nel suo primo approccio analogicamente, attraverso una serie di prove ed errori il cui unico giudice è l’intuizione: una maestra saggia e attenta che trae conclusioni costantemente e senza fatica. Questa qualità non […]

La compensazione come rifornimento: sostenere e non protesizzare.

Pubblicato il Lascia un commento

La compensazione, o strumento compensativo, va costruita sull’ambiente di apprendimento. Non consiste nella mera sostituzione di funzioni non direttamente disponibili o deficitarie nel soggetto che le deve o vuole esprimere, ma nella scoperta dell’uso intelligente che se ne faranno. In questo senso non sarà sufficiente insegnare a usare correttamente questi strumenti: l’approccio con gli stessi […]

Il ruolo della fatica nel processo di apprendimento

Pubblicato il Lascia un commento

La fatica rappresenta, in un processo di apprendimento, un sintomo che il sistema cognitivo si trova in una condizione svantaggiosa, ovvero sotto sforzo. L’interpretazione del fenomeno, per coltivare una via lungimirante e sana, deve andare verso una modalità che risolva questo svantaggio e riconduca a una condizione di omeostasi: stato in cui il sistema funziona […]

Impostazione delle prassie esecutive

Pubblicato il Lascia un commento

La differenza tra la lettura immediata e l’apprendimento di un testo verbale rispetto a quello musicale consta fondamentalmente nella sua percentuale di acquisizione. Perciò, in che misura per essere comprensibile, un testo musicale va interamente realizzato o eseguito? Nella lettura a prima vista di un brano musicale è lecito e comune omettere dei dettagli, ed […]

Abitare la casa dei propri sentimenti

Pubblicato il Lascia un commento

L’identità di un essere umano è costituita fondamentalmente dal suo pensiero formalizzato, ovvero dalla declinazione del suo linguaggio e dalla sua cristallizzazione: la memoria. A prescindere dalla sofisticazione dello stesso, dovuta all’esperienza nel mondo e all’approfondimento culturale: che cosa lo genera e soprattutto come possiamo esserne consapevoli? In questo senso la musica formalizza quello dei […]

Essere autori e non esecutori

Pubblicato il Lascia un commento

Qualificare il prodotto del proprio lavoro implica necessariamente valutarlo. Tale valutazione contabilizza gli errori, anomalie rispetto alle richieste o consegne del testo musicale, che possono essere oggettivi o soggettivi: differenze evidenti rispetto al testo (note false, errori di ritmo) o indicate dall’insegnante perché diverse dalle sue aspettative. Bisogna sempre ricordare che lo studio di una […]

Tutta un’altra musica!

Pubblicato il Lascia un commento

L’apprendimento accompagna tutta la vita degli esseri umani. Oggi siamo consapevoli che ciascuno di noi è diverso e apprende in modo diverso. Sappiamo anche che per persone con Disturbi Specifici dell’Apprendimento i tradizionali sistemi di insegnamento, che nella musica si traducono soprattutto in meccanismi di ripetizione, non funzionano. In questo manuale l’autore presenta l’innovativo modello teorico della Musicopedia, introdotto ed esemplificato […]

L’importanza della narrazione

Pubblicato il Lascia un commento

Il dislessico non solo fruisce del rapporto analogico col mondo, ma lo esprime similarmente utilizzando la narrazione come strumento espressivo preponderante. Narrare significa rappresentare in modo creativo, poetico e metaforico la realtà che potrebbe essere alternativamente comunicata con concise e stringate informazioni. La comunicazione digitale ha il vantaggio di restringere il campo di percezione ma […]